SPOLIDORO Rurich

COD: bd5af7cd922f

Descrizione

Purissimo eroe della libertà, dopo avere opposto strenua resistenza all’occupazione tedesca nei giorni dell’armistizio 1943, veniva catturato ed avviato alla deportazione. Audacemente evaso durante il viaggio, peregrinò attraverso territori controllati dai tedeschi riparando in Svizzere. Tornato in Patria entrava a far parte delle formazioni partigiane prodigandosi senza tregua nel servizio di informazioni, in rischiose ricognizioni e per la ricognizione di raccolta di materiali aviolanciati dagli alleati. Più volte inseguito ed ancora una volta catturato, riusciva nuovamente a fuggire trovando riparo presso una Brigata garibaldina dislocata in montagna. Caduto in un’imboscata tesagli da otto SS. Tedeschi camuffati da abiti civili, veniva arrestato per la terza volta e dopo avere subito segregazione, percosse e torture che non valsero a piegare la fiera tempra veniva deportato nei gelidi campi di concentramento della Germania, ove, disfatto nel corpo ma non domo nello spirito, esalava l’estremo anelito invocando la Patria lontana. – Genova – Mathausen – Guse, 8 settembre 1943 – 24 aprile 1945.

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia