SANTUCCI Luigi

COD: a00e5eb0973d

Descrizione

Comandante di compagnia avanzata, si lanciava alla testa dei suoi ascari contro forti masse nemiche prevenendole e trattenendole sulla posizione per poi ricacciarle con il fuoco e l’arma bianca. Accortosi che, favoriti dal terreno, gruppi avversari erano riusciti con largo aggiramento a minacciare una batteria da montagna, già costretta a sparare a zero, si lanciava alla testa del plotone di rincalzo per parare la minaccia. Con violentissimo corpo a corpo riusciva a ricacciarli e ad inseguirli con il fuoco. In quest’ultima fase di combattimento colpito a morte, manteneva al cospetto dei suoi inferiori che gli si affollavano intorno, un contegno virile e stoicamente eroico, raccomandando di non curarsi di lui ma di assicurare la protezione e la difesa della vicina batteria.

Amba Tzellerè, 22 dicembre 1935

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia