MANFRA Francesco

COD: a223c6b3710f

Descrizione

Comandante di plotone di avanguardia guidava i propri uomini all’attacco di una munitissima posizione nemica animandoli con lo esempio del suo ardire e del suo giovanile entusiasmo. Gravemente contuso per lo scoppio di una granata non abbandonava la lotta e, ad azione conclusa, rifiutava di essere ricoverato in luogo di cura. In un successivo attacco sferrato dal nemico col largo impiego di mezzi corazzati, venutosi a trovare con i propri uomini in uno degli epicentri della lotta, difese strenuamente le posizioni affidategli. Ferito, rifiutò di arrendersi. Ridottosi con pochi superstiti nella postazione di un fucile mitragliatore – l’unica arma rimastagli – non desisteva dalla lotta, conscio che l’olocausto della sua vita sarebbe valso a ritardare l’azione del nemico fino all’affluire di truppe di rincalzo. Rincuorando con l’esempio i suoi uomini, moltiplicava le superstiti energie in una resistenza leonina, fino a che non fu abbattuto da una raffica di mitra sparatagli a bruciapelo, – Fulgido esempio di eroismo e di amor di Patria. – Halem-Hamsa (A.S.), 26 maggio-5 giugno 1942.

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia