MACCOLINI Emilio

COD: f9be311e65d8

Descrizione

Comandante del plotone collegamenti di un battaglione, in aspra azione, si offriva per comandare una pattuglia ardita e, con deciso colpo di mano, dopo avere attraversato un largo tratto di terreno scoperto e intensamente battuto dal fuoco avversario, esaltando con l’esempio i suoi uomini, riusciva a scacciare da una caverna, protetta da due ordini di trinceramenti abilmente mascherati, forti nuclei nemici che da tempo ostacolavano seriamente col fuoco il movimento di una compagnia, colonna centrale d’attacco del battaglione. Mentre completava la rischiosa operazione nell’intricato sistema di caverne intercomunicanti, udiva tra la fucileria l’invocazione: "Mamma, Mamma" di una sua camicia nera, in soccorso della quale egli, benchè avvertito del rischio mortale, si lanciava animosamente riuscendo a raggiungere il ferito; ma veniva colpito a morte, spirando nell’abbraccio del proprio dipendente che egli aveva voluto salvare a prezzo della vita. Magnifico esempio di sereno coraggio e di generoso cameratismo.

Valle Gabat e Calaminò Debrì, 21 gennaio 1936

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia