LA BARBERA Mario

COD: 3948ead63a9f

Descrizione

Comandante di plotone di fucilieri, in due giorni di aspri combattimenti, dava costante prova di ardimento e di valore personale, suscitando l’ammirazione e l’entusiasmo dei dipendenti. Sempre primo in ogni cimento, si lanciava impetuosamente all’assalto alla testa dei suoi uomini, snidando, a colpi di bombe a mano, numerosi gruppi ribelli, appostati fra le rocce ed in caverne. Giunto solo su munita posizione occupata da numerosi armati, li affrontava con leonino coraggio, freddandone parecchi a colpi di moschetto. Caduto mortalmente ferito, scaricava gli ultimi colpi della sua arma sui ribelli, che tentavano di catturarlo, uccidendone altri e fugando i superstiti. Raccolto al termine dell’azione, sopportava serenamente le atroci sofferenze e spirava il giorno dopo all’ospedale, dichiarandosi fiero di morire per la Patria. Fulgido esempio di eroismo e di valore personale. – Quota 1257 – Popovaca (Balcania), 10-11 luglio 1942.

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia