GOVONI Aladino

COD: 678a1491514b

Descrizione

"Dopo essersi battuto con slancio e cosciente valore alla Cecchignola ed alla Porta S. Paolo alla testa di una compagnia di granatieri nelle giornate del settembre 1943, partecipava con pronta e ardimentosa decisione al movimento di liberazione. Si distingueva brillantemente come organizzatore ed animatore, dando, in circostanze particolarmente difficili e nella effettuazione di numerosi colpi di mano, prova sicura di fermezza di animo e di indomito coraggio. Insistentemente e continuamente braccato dalla polizia nazi-fascista che lo sapeva uno dei più animosi capi della resistenza, rifiutava di allontanarsi dal suo posto di lotta, sia pure temporaneamente. Dopo essere sfuggito due volte alla cattura, tratto finalmente in arresto dalla polizia tedesca e lungamente interrogato e torturato, mantreneva fermo ed esemplare contegno nulla rivelando. Sacrificato da rappresaglia nemica cadeva per il trionfo degli ideali di libertà e di Patria. – Roma, settembre 1943 – 24 marzo 1944".

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia