CASTELBARCO Giancarlo

COD: a516a87cfcae

Descrizione

Comandante di uno squadrone appiedato a sbarramento di importantissima comunicazione ed a protezione di nostre colonne di fanterie e carreggi in ritirata, assolveva il difficile compito con slancio, ardimento e sprezzo del pericolo resistendo all’urto. Ferito alla gamba sinistra e fattasi fare una sommaria medicazione, ritornava fra i suoi cavalleggeri animandoli alla resistenza con vibranti e nobili parole. Invitato dal suo comandante di reggimento a ritirarsi, rispondeva con fierezza che non avrebbe abbandonato il suo squadrone fino alla morte e restava impavido sulla linea del fuoco. Giunto l’ordine di ripiegare, mentre, montato per ultimo a cavallo, sfidava eretto colla persona l’irrompente nemico, veniva colpito all’addome. Prima di morire, dominando con coraggio spartano lo spasimo della gravissima ferita, dava con serenità, ad un graduato che l’assisteva, gli ordini necessari per la distruzione dei documenti riservati dello squadrone, perché non cadessero nelle mani del nemico. Magnifica figura di soldato, esempio sublime di devozione al dovere e di spirito di sacrificio.

Pasian Schiavonesco (Friuli), 29 ottobre 1917

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia