CASARDI Alfredo

COD: ef575e8837d0

Descrizione

Capopattuglia di collegamento con la fanteria, poi comandante di batteria, ha generosamente prodigato, in diciotto mesi di guerra, ogni sua energia, ogni sua forza, ogni sua volontà, esaltate e ispirate da una dedizione suprema al dovere, spinta fino al sacrificio. In un crescendo di eroismo, a Guadalajara, fermo sotto i ripetuti violenti attacchi del nemico; a Santander, con i primissimi nella cruenta e leggendaria corsa; nell’Aragona, sfidando fieramente a brevissima distanza le mitragliatrici avversarie; chiudeva la sua fiera giovinezza nel Levante dove, in uno spostamento dello schieramento imposto dalle vicende di una violenta battaglia pur conscio del grave pericolo determinato dall’intenso tiro di interdizione, compreso della necessità di portare presto in avanti le artiglierie, volontariamente e audacemente si spingeva per primo lungo la strada violentemente battuta, incitando ed animando i suoi soldati con l’esempio del fermo contegno e del suo sereno valore. Colpito da una scheggia di granata, che ne stroncava la vita, eroicamente cadeva alla testa della sua batteria eternando lo spirito nella gloria di un sacrificio serenamente affrontato.

Masias Blancas, 19 luglio 1938

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia