BIGNAMI Giuseppe

COD: 57aeee35c982

Descrizione

Ufficiale addetto al servizio scafo su incrociatore, immobilizzato per offesa di aerosiluranti nemici, accorreva prontamente con audacia ed elevato spirito di abnegazione in ogni locale rimasto avariato dal siluramento e si prodigava instancabilmente per assicurare i provvedimenti di emergenza . Consapevole del grave pericolo, al quale andava incontro, non esitava a recarsi ovunque potesse rendersi utile la sua opera e, oltre che dirigere, cooperava personalmente con altissimo senso di responsabilità ai lavori di puntellamento delle paratie e di spegnimento degli incendi, trascinando con la parola e con l’ardito esempio i suoi dipendenti. Nell’assolvimento del suo compito apportava con volontà inflessibile il massimo contributo, fino al limite di ogni possibilità umana, incurante della lunga permanenza in ambienti surriscaldati e con l’aria sempre più irrespirabile, riuscendo a raggiungere il suo obiettivo ed a ripristinare parzialmente l’efficienza della nave. Non pago del successo riportato, si attardava ancora nell’accertamento dell’efficacia delle misure attuate e, recatosi presso un deposito munizioni per assicurarsi del buon andamento dei lavori di esaurimento dell’acqua di infiltrazione, veniva colto dall’esplosione del deposito, in seguito a nuovo siluramento nemico scompariva con l’unità che rapidamente affondava. Superbo esempio di assoluta dedizione al dovere e di elette virtù militari e professionali, confermava le tradizioni di sacrificio del Corpo del genio navale. – Mediterraneo orientale, 14-15 giugno 1942.

Informazioni aggiuntive

grado

anno del fatto - medaglia

data del fatto - medaglia